La Posta Elettronica Certificata (PEC) permette di inviare e ricevere con elevato livello di sicurezza messaggi e documenti informatici con valore legale.

A cura dell'Ufficio Marketing

Il decreto anticrisi ha da tempo reso obbligatoria la Posta Elettronica Certificata per le amministrazioni, le aziende e i professionisti iscritti a un albo. La Posta Elettronica Certificata, conosciuta anche come PEC, conferisce valore legale al processo di consegna dei messaggi, nel rispetto delle norme vigenti.

In estrema sintesi, la PEC rappresenta l'equivalente della raccomandata con ricevuta di ritorno. Si tratta di una casella di e-mail che informa sia il mittente che il destinatario dell'avvenuta o mancata consegna del messaggio, riportando l'ora e la data precisa dell'invio e della ricezione e garantendo così il non ripudio.

Se entrambe le caselle sono certificate, il messaggio ha il valore legale di una raccomandata; il contenuto può inoltre essere certificato e firmato elettronicamente oppure criptato, assicurando così autenticazione, integrità  e confidenzialità dei dati. A differenza dei normali messaggi di posta elettronica, infatti, quelli inviati con la posta certificata viaggiano “imbustati”: il contenuto del messaggio non è contenuto nel messaggio stesso ma si trova dentro un allegato che dovrà essere aperto dal mittente.

Per poter utilizzare la PEC si deve disporre di un'apposita casella di posta, che può essere elargita gratuitamente dal Governo (limitata alle sole comunicazioni con la Pubblica Amministrazione e senza firma digitale) oppure fornita a pagamento da gestori autorizzati (in questo caso la comunicazione è garantita con qualsiasi tipo di casella postale elettronica e presenta funzionalità complete).

La PEC è uno strumento informatico tutto italiano: la vigilanza, il coordinamento e la pubblicazione dell'elenco dei gestori autorizzati e quello della Pubblica Amministrazione sono demandati all'Ente nazionale per la digitalizzazione della Pubblica Amministrazione (DigitPA). Per attivare la propria casella di posta certificata bisognerà rivolgersi ad una delle aziende abilitate, con prezzi che variano a seconda dell'operatore e dei servizi offerti. Alcuni gestori offrono solo la possibilità di scegliere il nome dell'utente (ad esempio xxx@pec.it), altri consentono di scegliere anche il nome del dominio, ma in nessun caso è possibile trasformare la propria casella mail in una casella di posta certificata.

Il servizio PEC, per sua stessa natura, presenta una serie di vantaggi rispetto all'atto giudiziario tradizionale, che si aggiungono alla tracciabilità, alla certezza sulla destinazione dei messaggi e alla certificazione degli allegati. La posta elettronica certificata consente di inviare ogni tipo di formato digitale e di consultare i messaggi da qualsiasi postazione Internet, con garanzie sull’avvenuta consegna della mail al provider. Nel caso non sia possibile consegnare il messaggio l'utente viene informato: le ricevute di consegna hanno validità legale anche se non consegnate al destinatario (esattamente come accade oggi con l'atto giudiziario tradizionale). Il gestore ha inoltre l’obbligo di archiviare tutti gli eventi associati a invii e ricezioni di messaggi PEC per un periodo di 30 mesi, insieme al dovere di applicare le procedure atte a garantire la sicurezza della comunicazione e il rispetto delle misure previste dal Codice dei dati personali.

Vi sono vantaggi anche sotto l’aspetto economico: l'invio dei messaggi ha un costo inferiore a quello delle raccomandate cartacee tradizionali. Mentre il prezzo di queste ultime è determinato in funzione del numero di pagine e del peso del plico, il costo degli invii tramite PEC dipende solo dalla tariffa del gestore, solitamente a base annuale, che permette all'utente di inviare un numero illimitato di messaggi PEC. Altri fattori positivi sono rappresentati dagli elevati requisiti di qualità e continuità del servizio, che per legge prevedono una disponibilità del servizio del 99,8% su base quadrimestrale.

Insomma, la posta elettronica certificata consente a tutti i cittadini maggiorenni di stipulare contratti, inviare e ricevere raccomandate a costi bassissimi e senza muoversi di ufficio in ufficio: con la PEC non è più possibile "perdere" le e-mail e sentirsi dire "è sicuro di averla inviata? ". Usare la PEC significa evitare di perdere tempo in coda agli sportelli, sbrigare più in fretta le proprie pratiche amministrative e risparmiare i costi per l'invio di raccomandate a/r.

Con Mago.net puoi gestire l'invio da e per caselle PEC, per comunicazioni ufficiali rapide, semplici, dirette, economiche e certe.