Microarea giovani  

Capitale prezioso per tutti si è il tempo, ma preziosissimo ai giovani, perché bene operandolo, essi solo possono goderne i frutti; e laddove i provetti travagliano solo per gli altri, i giovani lavorano anco per se medesimi.  (Vincenzo Gioberti) 

È noto come l’attuale momento storico rappresenti una congiuntura particolarmente sfavorevole per i giovani in cerca di lavoro: le stime dell’ISTAT per il 2013 evidenziano che circa il 32% dei giovani fino ai 30 anni non è occupato. In totale controtendenza, esistono realtà che sanno riconoscere e valorizzare il capitale rappresentato da risorse di giovane età, capaci di portare energia, aggiornamento e competenza all’interno della compagine aziendale.

Microarea può essere a buon titolo annoverata tra queste aziende virtuose, vantando una consistente presenza (oltre il 15%) di personale sotto i trent’anni, che si dedica allo sviluppo di Mago.net.
Siamo di fronte a una buona pratica aziendale e a un investimento in qualità:  fattori che meritano di essere messi in luce. Vogliamo pertanto approfondire questo fenomeno  “dall’interno”, ascoltando la viva voce e le storie dei giovani professionisti, a cominciare dai membri del team Logistics di Mago.net.

Ci incontriamo quindi un pomeriggio per un’informale chiacchierata sulle esperienze professionali dei nostri “under 30”. L’impatto  non potrebbe essere migliore: freschezza e voglia di raccontare non mancano. Entriamo subito nel vivo con Agnieszka (Aga per gli amici), ingegnere gestionale con un Master in Legge dell’Unione Europea. Date le sue competenze anche sotto il profilo linguistico (polacca, conosce alla perfezione inglese e italiano), oltre a far parte del test team logistico, Aga è un’esperta delle molte localizzazioni internazionali di Mago.net e si occupa di formazione e assistenza all’estero. “L’esperienza in Microarea è cominciata grazie alle capacità linguistiche, che si sono poi riversate anche nel settore tecnico. Ora eccomi qui, a seguire il complesso ambito delle localizzazioni internazionali: si tratta di un settore impegnativo e variegato, che mi assicura stimoli continui e mi coinvolge molto!”. Anche per la sua collega Anna la possibilità di “darsi da fare” rappresenta un valore fondamentale. Dotata di spiccato senso pratico e di una laurea  in informatica, Anna si dedica a generare continue migliorie per l’area logistica di Mago.net, soprattutto in vista della release 4.0. Al momento Anna si sta occupando anche dell’interfaccia grafica: "...un procedimento molto impegnativo, che mi permette di ottenere una conoscenza sempre più approfondita del gestionale”, dichiara con visibile entusiasmo. Lo stesso slancio dei colleghi nel riferirsi al fattore umano: “Qui in Microarea l’ambiente è composto da professionisti  appassionati e disponibili: una condizione indispensabile per formarsi in maniera corretta e profittevole all’interno dell’azienda”. Francesca, laureata in matematica in ambito applicativo, parla con convinzione proprio delle nuove competenze acquisite grazie alla sua professione: “Operativamente mi occupo della risoluzione delle anomalie in ambito logistico e sto imparando davvero molto sotto il profilo della programmazione… ma più di tutto ho appreso come relazionarmi a livello interpersonale in un ambiente altamente professionale”. Anche  Francesca si dedica alle esigenze dettate dalla spiccata vocazione internazionale di Mago.net, analizzando e interagendo in particolare con il Brasile, allo scopo di rendere l’esperienza d’uso del gestionale allineata al 100% con le peculiarità di questa promettente localizzazione. Compiuti gli obblighi legati alla cavalleria, viene il turno di Filippo, che racconta di essere approdato in Microarea dopo una laurea in informatica e una precedente esperienza professionale.  Filippo segue lo sviluppo di componenti per Mago.net  in ambito logistica di magazzino, concentrandosi in particolare sulle applicazioni mobile e sulle funzionalità legate al WMS Mobile (terminalini). “Sono qui da meno di un anno, ma ho avuto modo di impegnarmi  a fondo nello studio della piattaforma di sviluppo Task Builder, per sfruttarne appieno le potenzialità. L’ambiente di lavoro  è sicuramente un valore aggiunto: oltre a un’organizzazione precisa e a una forte responsabilizzazione dei singoli, l’intraprendenza viene incentivata a ogni livello”, dichiara Filippo.  

Il punto di forza principale è proprio il riconoscimento delle potenzialità professionali di questi giovani altamente qualificati.  Ecco il segreto per generare un buon team, efficiente e produttivo: applicare buone pratiche e incentivare l’iniziativa, coltivando e ampliando potenziale e talento. Tutto questo è più facile affidandosi a personalità giovani, dinamiche e propositive  come quelle di Aga, Anna, Francesca e Filippo, solo per citarne alcune. Dare valore ai giovani significa creare un valore di ritorno per l’azienda: concetto pienamente espresso nel team Logistics di Mago.net e nei suoi risultati in costante ascesa!

Esplora l’Area Logistica di Mago.net, nella sezione dedicata del sito Microarea e scopri le soluzioni di Mago.net messe a punto da questa talentuosa e giovane squadra!