Comunicazioni Polivalenti: un gioco da ragazzi grazie a Mago.net!


16 aprile 2014 by vsalaris


comunicazioni polivalenti  

Il modulo di Mago.net dedicato alle comunicazioni richieste dall’Agenzia delle Entrate è presentato con nuovo video. Guarda come è facile districarsi tra gli adempimenti fiscali grazie allo strumento giusto.  

a cura dell'Ufficio Marketing 

Spesometro, Black List, operazioni verso San Marino…sono molte le scadenze e gli obblighi da ottemperare per essere sempre in regola con le richieste dell’Agenzia delle Entrate. Abbiamo già approfondito  in precedenti post le “regole del gioco”, ma oggi c’è di più!

Sul canale YouTube di Microarea dedicato alle Soluzioni per la tua Azienda trovi infatti il video dedicato al modulo “Comunicazioni Polivalenti” di Mago.net. Attraverso questa breve e accattivante sintesi  scoprirai come Mago.net è in grado di gestire le scadenze e mettere a piena disposizione i dati richiesti dal Fisco. Il tutto in modo semplice, automatizzato e sotto il tuo pieno controllo.

Nel video sono messi in luce tutti i vantaggi che il modulo di Mago.net è in grado di garantirti: grazie a questo strumento potente, preciso e sempre aggiornato potrai tenere sotto controllo i termini, soddisfare ogni richiesta e monitorare i documenti che invii all'Agenzia delle Entrate. Il risultato? Gli errori sono drasticamente ridotti e tu hai più tempo da dedicare ad altre attività. 

Scopri ora il modulo Comunicazioni Polivalenti: vai sul canale YouTube di Microarea e…buona visione!





Nuovo Spesometro e Black List con le SP4 e 5 di Mago.net 3.9


17 ottobre 2013 by vsalaris


 

A breve distanza dalla SP3, ecco le ultime nate delle Service Pack di Mago.net: la SP4 & 5 di Mago.net 3.9, che presentano adeguamenti fiscali di grande interesse e utilità.

A cura dell'Ufficio Marketing

Le Service Pack 4 e 5 per Mago.net 3.9 contengono una importante serie di aggiornamenti utili soprattutto per l’allineamento alle richieste da parte dell’Agenzia delle Entrate.

Infatti, il provvedimento dell’Agenzia delle Entrate pubblicato il 2 agosto 2013 ha definito nuove modalità tecniche e nuovi termini per la comunicazione delle operazioni IVA (c.d. spesometro). Inoltre ha stabilito che lo stesso modello, ora denominato comunicazione polivalente, debba essere utilizzato anche per trasmettere le operazioni black list.

Ecco allora che nei nuovi pacchetti di miglioramenti per Mago.net spicca tra tutti la revisione del modulo Spesometro: la dicitura viene infatti sostituita da “Comunicazioni Polivalenti - Spesometro”. La variazione nella definizione non è soltanto una questione formale, ma interessa il modulo nella sua sostanza.

Cosa significa? Si tratta di un ampliamento funzionale: con le Service Pack 4 e 5 di Mago.net 3.9, il modulo “Spesometro” si espande per far confluire in un'unica componente tutte le comunicazioni richieste dall’Agenzia delle Entrate. Grazie all’aggiornamento fornito dalla nuova SP4 il modulo comprende ora non più solo il nuovo Spesometro ma anche la rinnovata funzionalità Black List.

Gli utenti che hanno attivato il modulo “Spesometro”, avranno automaticamente il nuovo “Comunicazioni Polivalenti - Spesometro”con l’aggiornamento alla versione 3.9.4.

Piccola variazione invece per gli utenti che non hanno attivato il modulo “Spesometro”, ma utilizzano la Black List (già presente nel modulo Contabilità). In questo caso la Black List potrà continuare ad essere usata per le dichiarazioni del 2013, dal momento che l’Agenzia delle Entrate consente l’impiego sia del tracciato vecchio, che del nuovo. Per le dichiarazione dell’anno 2014, però, la funzionalità Black List presente nel modulo contabilità non potrà essere utilizzata per generare i nuovi files , anche se sarà comunque utile per eseguire eventuali “ristampe”.

Grazie alle nuove Service Pack , Mago.net 3.9 è capace di garantire un aggiornamento tempestivo in piena adeguatezza rispetto alle richieste dell’Agenzia delle Entrate. Mago.net non tralascia nemmeno l’aspetto economico: nonostante l’ampliamento funzionale il prezzo del modulo “Spesometro” rimane invariato.

Come sempre, se hai sottoscritto e mantenuto attivo il servizio Microarea Live Update puoi  scaricare subito le Service Pack 4 e 5 per Mago.net 3.9. Ti raccomandiamo di contattare il tuo Rivenditore Microarea per eseguire l'aggiornamento in tutta sicurezza. Se il tuo M.L.U. è scaduto, chiama Microarea al numero 800-012573 per scoprire i benefici di un aggiornamento costante.

*****AGGIORNAMENTO DEL 18 ottobre 2013****

Con la Service Pack 5, anche le schede carburanti sono ora inserite nello Spesometro, in ottemperanza di quanto richiesto dall'AdE.





Redditometro e spesometro: un po’ di chiarezza


25 gennaio 2013 by vsalaris


 

Gli strumenti impiegati dal Fisco per combattere l'evasione fiscale assumono nomi familiari per facilitarne la comprensione, ma ciò può generare equivoci. È invece necessario non confondersi.

a cura dell'Ufficio Marketing

A pochi giorni dalle comunicazioni ufficiali dell’Agenzia delle Entrate in merito all’aggiornamenti di alcuni strumenti fiscali, i media ci stanno bombardando con parole come redditometro e spesometro. Per quanto i termini fra loro si assomiglino, non sono certo la stessa cosa. Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza, analizzando brevemente le differenze principali e le caratteristiche di questi strumenti, che hanno funzioni e principi diversi.

In estrema sintesi lo Spesometro, di cui abbiamo già parlato nelle nostre Cronache, indica il sistema di controllo con cui i pagamenti vengono confrontati con la capacità contributiva del soggetto che li ha effettuati. Il Redditometro è invece un metodo di riscontro dei redditi dei contribuenti attraverso l'applicazione di elementi indicativi di capacità contributiva: spese che devono essere coerenti al reddito dichiarato. A creare il quadro di valutazione non ci sono solo le spese realmente effettuate, ma anche gli elementi induttivi, cioè basati su presunzioni di spesa e non su somme effettive.

Entrando nel merito, possiamo notare come i due sistemi si muovano su criteri diversi.

Lo Spesometro intende permettere all’Amministrazione di incrementare il numero di informazioni necessarie a quantificare la capacità di spesa dei contribuenti, controllando i pagamenti che superano una certa soglia. Tutti i soggetti con partita Iva (imprese, professionisti, esercizi commerciali) devono comunicare all'Agenzia delle Entrate ogni operazione rilevante ai fini dell’imposta sul valore aggiunto, entro il 30 aprile dell’anno successivo a quello cui si riferiscono le operazioni. Per le operazioni senza obbligo di emissione della fattura (solitamente giustificate da scontrino o ricevuta fiscale) la comunicazione deve essere effettuata qualora le operazioni stesse siano di importo non inferiore a 3.600 euro (Iva compresa): un tetto massimo valido anche per le operazioni effettuate all'estero con carte di credito, di debito e prepagate. In questo caso sono gli stessi gestori del pagamento elettronico a dover fornire all'agenzia delle Entrate entro il 31 gennaio 2013 tutti i dettagli sui movimenti effettuati.

Il Redditometro (o "accertamento sintetico di tipo induttivo") rappresenta invece uno strumento più complesso, perché permette al Fisco di stimare il reddito presunto di un contribuente, considerando non solo le spese più significative, ma anche i beni di proprietà - in primis l'abitazione e l'auto - per arrivare alla stima di un reddito presunto, da confrontare con quello dichiarato e valutando quindi la coerenza dei due dati. Tale diagnosi è effettuata attraverso l’analisi di specifici elementi: i parametri di verifica consistono in circa 100 indicatori di spesa, rappresentativi di tutti gli aspetti della vita quotidiana, integrati da una spesa media Istat che inquadra le uscite di tipo corrente (alimentari, abbigliamento, etc.) sostenute da ogni tipo di famiglia che vive in una certa area geografica. Il controllo incrociato delle voci di spesa rappresentative con le dichiarazioni presentate permetterà di valutare la coerenza tra uscite ed entrate del soggetto. Se il risultato dell’analisi è un manifesto scostamento tra le spese effettuate e la capacità reddituale, il contribuente è chiamato a dare spiegazioni relativamente la propria situazione.

Per maggiori dettagli in merito al Redditometro e per sapere come funziona lo strumento di auto diagnosi promosso dall’Agenzia delle Entrate (il cosiddetto reddi-test), puoi consultare il sito dell’Agenzia stessa.

Per quanto riguarda invece gli obblighi imposti dallo Spesometro, Mago.net ti è d’aiuto: il modulo Spesometro di Mago.net è infatti predisposto per produrre la dichiarazione delle operazioni IVA nei termini e secondo le modalità previste. Per ottenere ulteriori informazioni circa lo Spesometro per Mago.net, se sei un utente puoi chiedere al tuo Rivenditore di riferimento, altrimenti lascia i tuoi dati e ti ricontatteremo al più presto.





Facciamo il punto sullo Spesometro


26 marzo 2012 by vsalaris


 

 

Spesometro per Mago.net: un valido aiuto per districarsi negli adempimenti fiscali!

A cura dell'Ufficio Marketing

Come sai, il Governo ha recentemente introdotto lo strumento detto spesometro, ovvero l’obbligo di comunicare all’Agenzia delle Entrate l’elenco esaustivo delle operazioni rilevanti ai fini IVA di importo pari o superiore a 3.000 euro. La redazione dello spesometro è stata oggetto, negli ultimi tempi, di variazioni normative in merito alle scadenze e agli importi: vediamo quindi di fare chiarezza sulle ultime novità, per capire come uno specifico modulo di Mago.net assolva perfettamente ai nuovi obblighi legislativi. L’ultima circolare dell’Agenzia delle Entrate ufficializza la proroga dei termini di comunicazione per lo scorso periodo d’imposta: viene così confermato al 30 aprile 2012 il termine ultimo per l’invio della comunicazione relativa alle operazioni Iva con importo pari o superiore a 3000 euro effettuate nel 2011.  

Microarea ha giocato d’anticipo, aggiornando per tempo il modulo Spesometro di Mago.net, in modo da predisporlo a produrre la dichiarazione delle operazioni IVA nei termini e secondo le modalità previste dall'Agenzia delle Entrate.    

A favore di una necessaria semplificazione, il Governo ha recentemente stabilito che a partire dal 2013 entrerà in vigore il sistema che prevede l’inserimento di tutte le operazioni attive e passive effettuate quest’anno per cui ci sia obbligo di emissione della fattura, senza più il limite di 3000 euro.   

Microarea rimane in attento ascolto di ogni eventuale modifica della normativa, garantendo il costante adeguamento del suo prodotto alle più recenti novità in materia fiscale.

Con il modulo Spesometro, Mago.net è in grado di automatizzare tutte le operazioni necessarie per la produzione del file per l’Agenzia delle Entrate, garantendo, grazie ad appositi report, il totale controllo dei dati da inviare all’Agenzia.
Conseguenti e positive ricadute sono sicuramente rappresentate da un incremento dell’efficienza del personale amministrativo e da un indubbio abbattimento dei banali, ma costosi, errori di trascrizione dati.
Ricorda che per richiedere al tuo Rivenditore Microarea di riferimento il modulo Spesometro è necessario aver sottoscritto il servizio di aggiornamento M.L.U. (Microarea Live Update), servizio che ti consente di rimanere costantemente al passo anche in campi delicati come questo!
Soddisfa subito tutte le tue esigenze in materia fiscale: contatta il tuo Rivenditore Microarea di riferimento per ottenere tutte le informazioni sullo Spesometro per Mago.net.  







"Il gestionale per tutti"

Maggiori informazioni


"La base applicativa su cui sviluppare nuovi progetti"

Maggiori informazioni

"La piattaforma per creare applicazioni flessibili e robuste"

Maggiori informazioni
Ricerca
Calendario
<<  novembre 2020  >>
lumamegivesado
2627282930311
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30123456
Categorie
Archivio