A distanza di due anni dal rilascio della prima grande ristrutturazione del sito web di Microarea, dove l'obbiettivo primario era quello di fornire uno strumento completo dal punto di vista dei contenuti e dei servizi offerti ad Utenti e Partner, oggi si è deciso di trasformare il sito, con tutti i suoi contenuti e tutti i servizi on-line creati in questi anni, in uno strumento marketing efficace ed efficiente quale deve essere un portale aziendale.

di Germano Traverso -  Direttore Tecnico Supporto & IT


Per raggiungere i nuovi obiettivi sono stati ridefiniti interamente  i paradigmi comunicativi con cui Microarea si rivolge non solo all’intero panorama delle persone potenzialmente interessate ai nostri prodotti, ma anche ai motori di ricerca.

Paradigmi, sia visuali sia di navigazione, che coinvolgono il visitatore del sito Microarea in percorsi precostituiti e facilmente riconoscibili: sia il potenziale utilizzatore di Mago.net sia il potenziale Partner possono riconoscersi e trovare la strada giusta per soddisfare tutte le loro curiosità e domande.

Non è stato quindi solo un restyling estetico, ma una vera e propria riprogettazione dei percorsi che offriamo al visitatore per trarre vantaggio dai “Megabyte di contenuti” ed informazioni presenti nel nostro sistema, partendo da una nuova home page e,  via via seguendo specifici elementi grafici di richiamo (dette Call to Action), conducendolo all’obiettivo che le teorie SEO (Search Engine Optimization) e SEM (Search Engine Marketing) indicano come primario: massimizzare il cosiddetto “coversion rate”, cioè far sì che il più alto numero possibile di visitatori sia trasformato in Cliente (cioè Utilizzatore di Mago.net o Partner Microarea).

L’“atterraggio” del visitatore sul sito Microarea non è “traumatico”: grazie a chiari e riconoscibili percorsi di approfondimento e di attraversamento il visitatore viene condotto in un "tour" che ha come naturale conclusione la richiesta di contatto.
Tutte le aree sono state pesantemente ristrutturate e razionalizzate per renderle più coerenti con gli schemi di navigazione più naturali e profiqui: il risultato è stato anche un sito più veloce (incremento del 100%), più “leggero” e meno sovrabbondante di informazione testuale (almeno nei livelli più alti della navigazione), fattore che spesso intimorisce il visitatore, il quale in tale situazione, “salta via” per cercare, in maniera non deterministica, qualcosa che lo stimoli maggiormente.

Un ulteriore miglioramento, in termini di “navigazione”, è dato dalla home page personalizzata per il navigatore che inserisce le sue credenziali: a seconda che sia Utente Finale o Partner Microarea l’home page si adatta proponendo percorsi facilitati di accesso alle funzioni dell’Area Riservata più connaturate al suo profilo (p.e. l’Utente ha l’accesso diretto alla gestione dell’MLU piuttosto che ai corsi on-line mentre al Rivenditore l’accesso all’area ordini piuttosto che la gestione delle opportunità commerciali).

Sono stati inoltre profondamente rivisti due servizi di primaria importanza, per chi è già Utente Mago.net o Partner Microarea:

  1. Area Formazione: sono stati riprogettati i report e cataloghi sia in area pubblica che Riservata dove, in particolare, sono stati aggiunti report personalizzati che tracciano l’accesso ai corsi seguiti da ciascuno e, per l’Utente Finale,  report che propongono i corsi che “coprono” la sua corrente configurazione di Mago.
  2. Area Supporto: in area riservata è ora presente un motore di ricerca che interroga con efficienza tutto il knowledge-base Microarea (Help Center, corsi e-learning, FAQ, etc.) con metodiche di “full text indexing” e con interfaccia moderna e di facile comprensione …in pratica il “Google” di Microarea.

Riepilogando, ecco quali sono i punti su cui sono state concentrate le energie:

  • Offrire percorsi di navigazione immediati;
  • Guidare la navigazione tramite “Call to Action”;
  • Fornire le risposte alle più comuni domande (…quanto costa? Come si compra?);
  • Introdurre un linguaggio più diretto e “friendly”;
  • Semplificare e “targettizzare” il modulo di richiesta informazioni;
  • Migliorare le performance (velocità caricamento);
  • Massimizzare la compatibilità con tutti i browser.

Com’è successo con la “precedente versione”, anche ora il sito è in continua evoluzione, non solo nei contenuti ma anche nei servizi offerti.
Non resta che augurarvi buona navigazione su www.microarea.it!