Mago.net 3.9 pronto per te


21 dicembre 2012 by fperricone


 

 

La nuova release di Mago.net è ora disponibile: targata 3.9, introduce novità eccezionali. Dal supporto a Windows 8 e SQL Server 2012, alla piena compatiblità con la PEC, passando dall'aggiornamento dell'IVA per cassa e la perfetta copertura delle novità dettate dall'art. 62.

di Fabrizio Perricone - Product Marketing Manager

Microarea procede nell'incessante processo di aggiornamento del tuo software gestionale Mago.net, a garanzia dei tuoi investimenti in ambito IT: grazie al servizio Microarea Live Update hai la certezza di essere sempre aggiornato e quindi ottenere il massimo dal tuo lavoro quotidiano! 

Nella release 3.9 di Mago.net "ce n'è per tutti": novità sia in area tecnologica sia negli ambiti gestionali. Vediamo le principali novità tra le oltre 60 introdotte.

In ambito tecnologico troviamo il supporto al nuovissimo sistema operativo Microsoft: Widows 8. Parlando di innovazione, sicurezza e performance non si può non parlare di database: Microsoft SQL Server 2012 è il sistema di archiviazione più avanzato a cui affidare i tuoi dati aziendali. Dalla release 3.9 di Mago.net puoi optare, grazie a nuove CAL, per il nuovo sistema di gestione database di Microsoft migrando in modo del tutto automatico i dati dal tuo "vecchio" SQL Server.
Oggi la carta è sempre meno utilizzata grazie ai documenti in formato elettronico. Più che mai ora si sente la necessità di inviare e ricevere documenti anche importanti via Posta Elettronica Certificata (la famosa PEC). La nuova release di Mago.net ti consente di inviare e-mail a indirizzi di PEC a partire, se desideri, dal tuo indirizzo PEC grazie alle novità introdotte nel modulo MailConnector e nelle anagrafiche clienti/fornitori.
Nell'ottica del miglioramento dell'esperienza d'uso del programma, Mago.net ora memorizza i documenti "visitati" più di recente: comodo ed efficace!

Passiamo alle aree gestionali, partendo da quella amministrativa. Le novità sull'IVA per cassa vengono totalmente recepite in Mago.net 3.9: ora, se la tua azienda aderisce al regime dell'IVA per cassa, puoi gestire in modo preciso e semplice il credito e debito IVA e la derivante liquidazione. Tale novità legislativa è inclusa nel modulo Contabilità: ti basta aver sottoscritto l'M.L.U. per poter beneficiare dell'adeguamento!
Mago.net 3.9 recepisce le novità relative alla contribuzione ENASARCO per le società di capitali: ora il committente paga una parte del contributo, mentre il residuo è a carico della società di agenti. Con la nuova release di Mago.net è tutto gestito fin nei minimi dettagli!
Mago.net è il software ERP italiano adatto a soddisfare le esigenze aziendali anche in ambito internazionale. Per il mercato ungherese è stata sviluppata la funzione che consente di gestire documenti di acquisto con righe di merce soggette o meno a reverse charge, ciò ha reso necessario anche l'aggiornamento del report del registro IVA. Novità dedicate anche alle aziende rumene: con Mago.net 3.9 è possibile creare in automatico risconti su costi e ricavi con competenza da suddividere su più mesi generando scritture contabili previsionali o definitive con un click.

Per il ciclo attivo va sottolineato l'adeguamento apportato a Mago.net 3.9 per soddisfare quanto richiesto dall'articolo 62 circa la cessione di prodotti agricoli alimentari. E' sufficiente abilitare un parametro per poter gestire al meglio tutti gli aspetti legati a tale normativa, dove sicuramente l'aspetto principale è la doppia condizione di pagamento necessaria nei documenti di vendita per merci deperibili entro e oltre i 60 giorni. Anche questa funzione che recepisce un'importante novità normativa è immediatamente fruibile per chi ha sottoscritto il servizio Microarea Live Update!

In ambito vendite/acquisti è da evidenziare la possibilità di definire fincati per la stampa dei documenti attivi/passivi specifici per ogni cliente e fornitore o categoria di appartenenza.

Per garantire la massima flessibilità alle aziende multi-filiale, con Mago.net 3.9 puoi indicare per ogni operatore e filiale quali causali di magazzino utilizzare: ciò è davvero utile per gestire automaticamente, ad esempio, il giusto deposito nei documenti di vendita.

In area produzione i tempi legati alla manodopera sono assai importanti. Con Mago.net 3.9 puoi assegnare e rilevare i tempi preventivi e consuntivi di manodopera associata a singole matricole e alle squadre, mantenendo lo storico delle informazioni precedentemente inserite, utili anche a fini statistici! 

La procedura di movimentazione della distinta base, utilizzata in molti ambiti, consente di eseguire lo scarico dei componenti e il carico del prodotto finito in pochi click. Con Mago.net 3.9 la procedura non solo genera i movimenti di magazzino, ma grazie ai riferimenti incrociati, ne evidenzia anche i legami con il documento generatore. Inoltre, un nuovo report permette di avere sott'occhio tutti i movimenti generati. Rimediare ad un errore è ora ancora più semplice: in caso di necessità, infatti, puoi eliminare tutti i movimenti di magazzino generati dalla movimentazione distinta base grazie ad una nuova procedura specifica.

Se tutto ciò non ti basta per passare subito a Mago.net 3.9, leggi anche le altre novità di prodotto.

Gli aggiornamenti di Mago.net sono cumulativi: non devi cioé passare per tutte le release/service pack intermedie che ti separano dalla più recente per installare l'ultima versione di prodotto. Ricorda che aggiornare il tuo gestionale Mago.net è un'operazione sicura se gestita da un professionista come il tuo Rivenditore Microarea di fiducia: ti consigliamo di contattarlo per chiedere l'aggiornamento.

Il tuo contratto M.L.U. non è attivo? Contatta subito il Servizio Clienti Microarea al numero gratuito 800 012573 per scoprire che essere sempre aggiornati, conviene!





Il nuovo regime di IVA per Cassa, gennaio 2013


12 ottobre 2012 by vsalaris


 

“Versare l’Iva quando si è stati pagati”:  è  questo il concetto dell'IVA per cassa. La nuova norma, finalizzata ad aiutare le imprese sotto il profilo finanziario, ha ricevuto in questi giorni il provvedimento attuativo.

a cura dell'Ufficio Marketing

Il Decreto Sviluppo del Governo, convertito in legge a giugno e ora completo di decreto attuativo, introduce alcune novità che interessano da vicino le PMI, per le quali sono previsti nuovi strumenti finanziari. Tra le Misure urgenti per la crescita del Paese inserite nel Decreto Legge vi sono infatti diverse agevolazioni per le imprese.

Una in particolare riguarda  la disciplina dell’IVA per Cassa, che è stata potenziata e che entrerà in vigore a partire dal 1° gennaio 2013.

In pratica, l’IVA per cassa permette di differire l’esigibilità dell’IVA al momento dell’incasso della fattura emessa. Ma cosa significa?

Per capire il concetto basta ricordare che normalmente il pagamento dell’IVA è esigibile quando l’operazione si considera effettuata e cioè quando è obbligatorio emettere fattura. Nel momento in cui il cedente beni o prestatore di servizi emette la fattura, infatti, applica contestualmente l’IVA, trovandosi così con un debito verso l’Erario che andrà liquidato uno o tre mesi dopo, a prescindere dal fatto che sia stato incassato il corrispettivo indicato in fattura.  

Qui nascono i problemi: se l’acquirente ritarda il saldo della fattura, il cedente/prestatore si troverà ad anticipare il versamento dell’IVA che non ha ancora incassato.
Nell’attuale congiuntura economica, che vede molte aziende insolventi o incapaci di rispettare i termini di pagamento, il meccanismo dell’IVA per cassa si propone di tamponare queste difficoltà.

L’IVA per cassa, introdotta inizialmente dal Decreto Anticrisi 2008, fa sì che il pagamento dell’IVA avvenga solo quando il corrispettivo è stato versato. La legge del 2012 introduce diverse novità in merito, che troveranno applicazione a partire dal 1 gennaio 2013, abrogando quanto previsto dall’attuale regime di differimento (art.7 del Dl 185/2008).

Innanzitutto si amplia la facoltà di scegliere questo regime fiscale, in quanto è innalzata la soglia di fatturato rispetto ai 200mila euro finora previsti. L’IVA per cassa è estesa a imprese, professionisti e artigiani che l’anno prima hanno fatturato fino a 2 milioni di euro (esclusi coloro che si avvalgono dei regimi speciali di applicazione dell’imposta): è notevole l’allargamento della platea dei soggetti che possono aderirvi.

Inoltre, a differenza di quanto previsto precedentemente, i cessionari e i committenti dei soggetti che scelgono la nuova  IVA per cassa potranno detrarre l’imposta sull’acquisto all’emissione della fattura e non del pagamento.

Il regime dell’IVA per cassa si applicherà dal 1° di gennaio con la scelta di tale opzione da parte del contribuente, che dovrà apporre sulle fatture emesse l’annotazione: “Operazione IVA con esigibilità differita ai sensi dell’Art. 7 DL.29.11.2008 n. 185 conv. in legge 2/2009”.

D’altra parte, il regime dell’IVA per cassa prevede che il soggetto non rinvii solo il pagamento dell’IVA a debito, ma anche il diritto alla detrazione dell’IVA sugli acquisti, che potrà avvenire solo quando il soggetto stesso paga i propri fornitori. Da ricordare che, trascorso un anno dall’operazione, l’imposta diventa esigibile dall’Erario anche nel caso in cui la fattura non sia stata pagata, con l’eccezione del caso in cui il cliente sia assoggettato a procedure concorsuali.

In sintesi, il regime di IVA per cassa che sarà in vigore dal 1° gennaio 2013 è finalizzato ad aiutare le aziende a fronteggiare la crisi e a superare i problemi di liquidità dovuti all’obbligo di soddisfare un debito Iva che non risulta “coperto” dai pagamenti dei clienti. 







"Il gestionale per tutti"

Maggiori informazioni


"La base applicativa su cui sviluppare nuovi progetti"

Maggiori informazioni

"La piattaforma per creare applicazioni flessibili e robuste"

Maggiori informazioni
Ricerca
Calendario
<<  ottobre 2019  >>
lumamegivesado
30123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031123
45678910
Categorie
Archivio