Visti da vicino: il Material Requirements Planning…alla portata di tutti!


30 aprile 2014 by vsalaris


 

Inauguriamo oggi  la nuova rubrica “Visti da vicino”: un contenitore di informazioni che non mancherà di stupirti per l’eclettismo. Studiata per raccogliere notizie di varia natura e diverso genere, questa sezione vuole esserti vicina anche nel modo di parlare, con un linguaggio diretto e colloquiale.  

Questa sezione del blog Microarea comincia affrontando un argomento tecnico, articolato e di fondamentale importanza nell’ambito della produzione: il sistema MRP. Parliamo quindi di pianificazione, con un occhio di riguardo per tutti coloro che, pur non essendo tecnici, hanno bisogno di avere ben chiari i processi interni all’azienda e le soluzioni proposte da Mago.net

a cura dell'Ufficio Marketing 

MRP  è l’acronimo di Material Requirements Planning, che tradotto in italiano suona come pianificazione dei fabbisogni di materiale.
L’MRP come lo conosciamo oggi risale ai primi anni '70 del 1900, quando nasce in contrapposizione alla tecnica di approvvigionamento dei materiali basata sul punto di riordino (Rop o Reorder Point). Il vantaggio maggiore dell’MRP nei confronti del Rop risiede nella sua capacità di minimizzare le scorte di materiale, migliorando contemporaneamente il livello di servizio al cliente.

Scopo dell’MRP è pianificare gli acquisti e la produzione, tenendo conto dei vincoli imposti dalle risorse presenti nello stabilimento. Il  fattore critico per ogni azienda di produzione è la risposta a tre domande fondamentali: che cosa, quanto e quando produrre e acquistare. L'MRP è lo strumento che serve per rispondere a questi interrogativi, dato che il suo scopo è assicurare la disponibilità dei materiali nella quantità giusta e al momento opportuno. Sembra importante, vero? Lo è, soprattutto in relazione alla gestione delle scorte di magazzino, uno dei problemi più sentiti: le scelte in questo campo si riflettono sia sul processo tecnico-produttivo che su quello economico. È facile intuire infatti come  lo stoccaggio dei materiali sia costoso, mentre una sua ridotta quantità possa portare a irregolarità produttive. 

Un'accorta pianificazione permette gli approvvigionamenti di materie prime e di semilavorati solo quando effettivamente richiesti. Per raggiungere l’obiettivo, l’algoritmo MRP riceve come input  lo stato di avanzamento della produzione in corso, la situazione delle scorte, la domanda di mercato, i tempi di approvvigionamento e produzione e le previsioni di vendita,  producendo come output una proposta di ordini di produzione e di acquisto per soddisfare le richieste. Per ottenere questo risultato il sistema MRP verifica anche che il tempo necessario alla produzione, calcolato in ore di  lavoro sia umano che di macchine (compreso il tempo necessario alla loro predisposizione), non superi la reale disponibilità. In tal modo si ottiene un piano di produzione realistico, che risponde in modo funzionale alla domanda di mercato.  In questo modo possiamo sapere che cosa, quanto e quando produrre e acquistare.

Concettualmente, quindi, l’analisi MRP conduce alla pianificazione e al soddisfacimento nel tempo di una serie di fabbisogni di articoli di diversa natura (acquisto, semilavorato o prodotto finito) tramite la generazione di Richieste di Acquisto (RdA) e Ordini di Produzione proposti (OdP proposti).
Cosa significa? Per semplificare, immaginiamo di dover cucinare un pranzo completo, dall’antipasto al dolce: L’MRP ci dice in che modo fare la spesa, quali e quanti alimenti comprare, con che tempistica preparare le portate e come ottimizzare l’uso del forno per servire i piatti nella giusta sequenza e senza ritardi. In pratica l'MRP trasforma i fabbisogni dei prodotti finiti (le pietanze da servire) nei fabbisogni dei componenti e delle materie prime (gli ingredienti da comprare o preparare). Ma c’è di più: l’MRP sa che qualcosa è già “in dispensa” ed ecco allora che parliamo di nettificazione, cioè del calcolo di quanto bisogna produrre al netto delle scorte. Cominciando ad allestire il nostro pranzo con dovuto anticipo, siamo anche in grado di  portarci avanti con la preparazione e cogliere le migliori offerte sul mercato; possiamo organizzarci in modo tale che in dispensa sia sempre presente una scorta minima di ingredienti. Trasponendo l’analogia in azienda, vediamo come il sistema MRP tenga conto di tutto ciò e sia in grado di calcolare il flusso di entrata e uscita di prodotti e componenti dal magazzino, fornendo una previsione giornaliera della situazione.

Se quello che stai cercando è proprion un modo per incrementare la produttività della tua azienda e ridurre al minimo i seccanti tempi di attesa e i costi di produzione,  Mago.net può aiutarti grazie alla sua funzionalità MRP. Vediamo come e perché.

La pianificazione MRP di Mago.net è lo strumento flessibile ed efficace che ottimizza la programmazione della produzione.  Tramite il wizard che Mago.net mette a tua disposizione, il sistema considera la consistenza di magazzino, le materie prime da acquistare e gli articoli da produrre, generando proposte di acquisto e di ordini di produzione che possono essere consolidate attraverso la procedura di Conferma ordini proposti e Generazione ordini al fornitore da RdA.

L’MRP di Mago.net permette di sapere in ogni momento di che cosa bisogna approvvigionarsi per portare a termine senza ritardi la produzione in corso e quali sono le date più indicate per tali approvvigionamenti. Al lancio della procedura è possibile intervenire sulla modalità di nettifica, sui giorni di calendario da escludere, su eventuali carichi da fornitore da considerare in anticipo, impostando le politiche di produzione preferite. Al termine dell'elaborazione MRP appositi reports consentono un'analisi della situazione.

Pianificare significa scegliere tra diverse alternative potenzialmente valide. Per questo motivo, l'MRP di Mago.net permette di tenere contemporaneamente in linea infinite simulazioni che possono essere confrontate tra loro, prima di decidere quale di esse soddisfa meglio la produttività aziendale.

L’analisi preventiva dei costi di produzione realizzata attraverso le funzionalità dell’MRP di Mago.net permette una valutazione oggettiva e fornisce un concreto supporto alle decisioni finali. Anche i costi consuntivi delle singole produzioni sono costantemente sotto controllo e aggiornati: l’elasticità totale e la decisionalità completa tanto in fase di simulazione quanto in corso d’opera sono pienamente garantite.

La distinzione tra articoli da produrre e articoli da acquistare non è sempre netta. Può capitare che sia più conveniente acquistare direttamente dai fornitori articoli solitamente prodotti in azienda (e viceversa).
In casi come questo l’analisi MRP di Mago.net può attivare l’opzione Make or Buy, che consente, in fase di Conferma Ordini di Produzione Proposti, di scegliere se generare un Ordine di Produzione oppure un Ordine a Fornitore. Una volta correttamente completata la pianificazione, puoi decidere di convertire automaticamente una qualsiasi futura attività produttiva interna in un corrispondente ordine di acquisto a fornitore.

Sono ancora molte le funzionalità dell’MRP di Mago.net: se sei un tipo più “tecnico” o semplicemente vuoi approfondire l’argomento, visita l’Help&Information Center, o segui lo specifico corso on line. Sul canale YouTube di Microarea trovi anche una breve animazione dedicata ai vantaggi assicurati da Mago.net nel gestire la produzione.

In ogni caso, non mancare al prossimo appuntamento con la nuova rubrica: sono in arrivo per te notizie fresche dal mondo Microarea, in attesa della prima monografia di “Visti da vicino”! 





Il portale dell'efficienza si chiama HR Portal


28 aprile 2014 by vsalaris


 

Con HR Portal la tua  azienda può avvalersi di un punto d'incontro tra la Direzione Risorse Umane e la popolazione aziendale, per un’ottimale Human Resources Management! 

a cura dell'Ufficio Marketing    

In un precedente post abbiamo presentato l’innovativo strumento HR Zucchetti: una suite per la gestione completa del personale sotto il profilo amministrativo, gestionale e organizzativo delle risorse umane. Oggi facciamo un passo avanti parlando di HR Portal Zucchetti: il portale che ottimizza ulteriormente le attività di Human Resources Management.

Grazie ad HR Portal l’efficienza incrementa da subito in modo deciso. A partire  da un unico punto di accesso puoi infatti gestire tutte le attività relative alle risorse umane, come  assenze e straordinari, trasferte, assegnazione e analisi degli obiettivi; hai la possibilità di pubblicare e archiviare documenti personali, comunicazioni aziendali e cedolini, oltre a mettere a disposizione dei tuoi dipendenti gli strumenti per verificare le timbrature, inserire giustificativi, ferie e note spese, iscriversi a corsi...e molto altro ancora.

I servizi di HR Portal garantiscono benefici tangibili e immediati. Abbattendo le attività ripetitive, infatti, l'ufficio Risorse Umane può dedicarsi alle attività strategiche di competenza; nel contempo è possibile ridurre drasticamente i costi dei processi di comunicazione interna.

L’intera popolazione aziendale viene inoltre coinvolta nei processi aziendali: l’unico punto di erogazione dei cosiddetti servizi self-service permette infatti ai dipendenti di accedere alle informazioni di cui hanno bisogno (verificare le proprie timbrature e inserire i giustificativi di presenza/assenza, inserire le proprie ferie, note spese, visualizzare il piano formativo e iscriversi ai corsi ecc.) in maniera autonoma e sicura.
Il tutto nel segno dell’innovazione, grazie anche all’app mobile!

Scopri HR Portal, il punto d'incontro tra la Direzione Risorse Umane e la popolazione aziendale che migliora l'efficienza delle attività dell'ufficio del personale,  visitando la pagina dedicata del sito Zucchetti.





Si parla di Mago.net al meeting "We make", tra sinergie, fiducia e innovazione


23 aprile 2014 by vsalaris


 

Si è concluso martedì 15 aprile l’evento Zucchetti dedicato al mondo ERP: un convegno che ha presentato contenuti importanti, gettando uno sguardo sul prossimo futuro.

a cura dell'Ufficio Marketing

Riccione, 14 e 15 aprile 2014: sono oltre 600 le persone, in rappresentanza di più di 300 strutture, intervenute al meeting We Make! organizzato da Zucchetti e dedicato ai partner del Gruppo, riunitosi a testimoniare una virtuosa cooperazione.   

Sono stati due giorni molto intensi, durante i quali l’entusiasmo non è mancato, complici i contenuti innovativi, l'eccellente sinergia tra le aziende del Gruppo, le anticipazioni di prodotti e funzionalità e, non da ultime, la splendida cornice del Palazzo dei Congressi di Riccione, unita a un’impeccabile organizzazione. Tra anteprime, stato dell’arte, premiazioni e riconoscimenti, il convegno ha riscosso un successo autentico.

In questo contesto, Microarea ha condotto due sessioni autonome, relative ad approfondimenti tecnologici e ad imminenti upgrade funzionali per Mago.net. I focus Microarea hanno visto alternarsi sul palco diversi relatori, componenti della divisione Sviluppo Microarea. Con competenza e una buona dose di dialettica, gli oratori hanno saputo condurre il pubblico dei partners in un coinvolgente viaggio verso il futuro prossimo del gestionale Mago.net e le sue più importanti funzionalità.

Le anticipazioni sono state davvero moltissime e in tutti i campi; cercheremo di riproporle molto sinteticamente rivivendo i singoli interventi del team Microarea.

La sessione del mattino parte con un’accurata disamina di Task.Builder (la piattaforma di sviluppo su cui si basa Mago.net e che permette di realizzare soluzioni integrate al gestionale) grazie a uno sguardo alle importanti declinazioni della prossima release 4.0, tra cui spicca il principio multi device. Si passa quindi ad analizzare l’accresciuta ergonomia della versione 4.0 di EasyBuilder, lo strumento embedded per la personalizzazione e lo sviluppo dinamico di applicazioni. È poi il turno di WebLook 1.0, il nuovo web framework per la fruizione del gestionale da Internet e mobile: ecco servita la naturale evoluzione di Easylook, l’interfaccia web di Mago.net! Il futuro di EasyAttachment, il modulo di Mago.net dedicato alla gestione documentale, invece, si chiama WebDMS 1.0 e non mancherà di stupire per le sue caratteristiche e funzionalità tipicamente “web”. Un importante approfondimento è stato poi dedicato ai concetti legati alla security, da quella funzionale alla protezione del dato, attraverso l’evoluzione della sicurezza in TaskBuilder del nuovo Security Layer Framework 1.0.

Eccoci quindi alla seconda sessione: è il momento di una panoramica sui contenuti in arrivo con la prossima versione di Mago.net (l’attesissima 3.10), a partire dalle localizzazioni estere, fino alle funzioni in cantiere per la versione 4.0, passando per il nuovo layout dell’interfaccia grafica. A seguire, un focus sulla logistica di magazzino via terminali portatili, con un’attiva demo dei moduli dedicati, WMS e WMS Mobile, e le anticipazioni realative alla versione 3.10. Non può quindi mancare uno sguardo alle principali novità introdotte per la gestione dei processi produttivi nella prossima release di Mago.net: più spazio al WMS e al Manufacturing Mobile, semplificazione nell’integrazione e nuove funzionalità in arrivo. La conferenza si chiude con una carrellata delle integrazioni adottate da Mago.net per allargare i suoi orizzonti e dialogare con tutti i prodotti della famiglia Zucchetti, amplificando le potenzialità per gli utenti.

Domande e commenti , che si sono tramutati in un costruttivo dialogo tra i partner e Microarea hanno arricchito la scena, rendendo l’innovazione la vera protagonista della giornata!

In buona sostanza, la competenza di Microarea nel settore ERP ha contribuito a fare del meeting Zucchetti un evento di successo e di sicuro valore per i moltissimi partner convenuti. Puoi rivivere anche tu le produttive giornate di Riccione guardando lo slideshow che trovi sul canale Youtube di Microarea, oppure leggendo la rassegna stampa sul profilo Facebook Microarea. Lascia i tuoi commenti, esprimi un parere sui social Microarea e, se vuoi maggiori informazioni, non esitare a lasciare un tuo riferimento: sarai ricontattato al più presto.

La conclusione di questa bella avventura? È riassunta nell’azzeccatissimo slogan del convegno: insieme, facciamo la differenza!





Comunicazioni Polivalenti: un gioco da ragazzi grazie a Mago.net!


16 aprile 2014 by vsalaris


comunicazioni polivalenti  

Il modulo di Mago.net dedicato alle comunicazioni richieste dall’Agenzia delle Entrate è presentato con nuovo video. Guarda come è facile districarsi tra gli adempimenti fiscali grazie allo strumento giusto.  

a cura dell'Ufficio Marketing 

Spesometro, Black List, operazioni verso San Marino…sono molte le scadenze e gli obblighi da ottemperare per essere sempre in regola con le richieste dell’Agenzia delle Entrate. Abbiamo già approfondito  in precedenti post le “regole del gioco”, ma oggi c’è di più!

Sul canale YouTube di Microarea dedicato alle Soluzioni per la tua Azienda trovi infatti il video dedicato al modulo “Comunicazioni Polivalenti” di Mago.net. Attraverso questa breve e accattivante sintesi  scoprirai come Mago.net è in grado di gestire le scadenze e mettere a piena disposizione i dati richiesti dal Fisco. Il tutto in modo semplice, automatizzato e sotto il tuo pieno controllo.

Nel video sono messi in luce tutti i vantaggi che il modulo di Mago.net è in grado di garantirti: grazie a questo strumento potente, preciso e sempre aggiornato potrai tenere sotto controllo i termini, soddisfare ogni richiesta e monitorare i documenti che invii all'Agenzia delle Entrate. Il risultato? Gli errori sono drasticamente ridotti e tu hai più tempo da dedicare ad altre attività. 

Scopri ora il modulo Comunicazioni Polivalenti: vai sul canale YouTube di Microarea e…buona visione!







"Il gestionale per tutti"

Maggiori informazioni


"La base applicativa su cui sviluppare nuovi progetti"

Maggiori informazioni

"La piattaforma per creare applicazioni flessibili e robuste"

Maggiori informazioni
Ricerca
Calendario
<<  ottobre 2020  >>
lumamegivesado
2829301234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930311
2345678
Categorie
Archivio