Ancora crescita a due cifre per Microarea, che chiude il 2007 con un incremento di fatturato superiore al 10%


28 gennaio 2008 by szarino


 

di Sonia Zarino

Microarea non smentisce il trend positivo già evidenziato l'anno precedente, e chiude l'anno con una crescita consistente in termini di nuovi prodotti venduti.

Il dato, indubbiamente già molto positivo, lo è ancora più se si pensa che nel mercato italiano IT, che fatica a mantenere le proprie posizioni, Microarea registra un incremento superiore al 14% delle vendite di nuovi prodotti, ed un numero importante di nuove attivazioni, circa 900, ossia quasi un centinaio in più dello scorso anno.

Questi numeri sono stati realizzati su tutto il territorio nazionale, a dimostrazione che laddove l'offerta prevede un prodotto valido ed un Canale competente e vicino (anche fisicamente) al cliente, i risultati soddisfacenti non possono mancare.

Un altro dato sicuramente significativo è stato il forte incremento delle vendite nell'area manufacturing, dove le nuove installazioni sono aumentate quasi del 30%.

Il mercato estero è cresciuto con indici molto significativi, e molte aziende italiane che hanno sedi operative in Romania, Ungheria, Polonia, Bulgaria o Svizzera, hanno preso contatti con i Partner italiani e stranieri per analizzare i vantaggi di utilizzare una soluzione unica basata su Mago, arrivando in molti casi all'adozione di Mago.net.





I nuovi adempimenti in materia fiscale per le imprese: le principali novità introdotte nel 2007 e disponibili per tutti gli utenti di Mago.Net


28 gennaio 2008 by szarino


 

di Elsa Perna


Grazie al costante aggiornamento dei suoi prodotti Microarea fornisce ai propri utenti strumenti sempre al passo con le novità legislative in materia fiscale. Gli aggiornamenti sono fruibili sia mediante installazione effettuata dal proprio rivenditore, sia mediante ricezione automatica via Internet, e garantiscono l'immediata operatività del software.

Il 2007 è stato un anno ricco di novità fiscali per le imprese, che sempre di più richiedono interventi per semplificare gli adempimenti burocratici e velocizzare il disbrigo delle pratiche. La legislazione si è fatta carico di tali richieste varando una serie di provvedimenti che valorizzano l'uso della Rete per consentire alle aziende di interagire con l'Agenzia delle Entrate e gestire in modo virtuale molti tipi di pratiche che viceversa richiedevano un consistente impiego di tempo presso uffici e sportelli.
Le aziende che utilizzano Mago.net, grazie all'MLU (ossia il canone di aggiornamento), hanno fruito senza oneri aggiuntivi delle nuove funzionalità introdotte per soddisfare le nuove normative, traendone immediati vantaggi in termini di efficienza dei propri processi.

Vediamo ora in sintesi quelle che sono state le principali novità introdotte:

Adeguamenti F24

•Gestione dei Collaboratori a Progetto e F24
E' possibile gestire i versamenti delle Ritenute e dell'INPS tramite il modello F24 On Line per i collaboratori a progetto o figure similari. Per i collaboratori a progetto non gestiti come professionisti, e quindi senza parcelle, gli importi dell'INPS e dell' Erario da versare sono desunti dai saldi di tre nuovi conti indicati nei Codici e contropartite di default della Contabilità.

•Soggetto Veicolatore e F24 tramite banca
Per chi invia il modello F24 on line tramite banca, viene gestito il caso in cui la banca richieda l'inserimento nel file del codice del Soggetto Veicolatore (colui che immette il file nel circuito bancario).

•Modifiche Modello F24 - Sezione Contribuente
Con Provvedimento del Direttore dell' Agenzia del 23 ottobre 2007, è stato approvato il nuovo modello di versamento F24.
Il modello è stato variato nel frontespizio, in particolare è stato inserito nella sezione "Contribuente", un campo dove è possibile indicare il codice fiscale dell'erede, genitore/tutore o curatore fallimentare ed il relativo codice identificativo. La modifica riguarda sia l'immagine del modello che le specifiche tecniche relative al file da inviare, sia in formato standard che in quello CBI per le banche. Inoltre, è stata prevista l'informazione del mese di riferimento nelle sezioni ERARIO, REGIONI e ICI ED ALTRI TRIBUTI LOCALI da indicare per alcuni codici tributo; il mese deve essere indicato nel campo relativo alla rateazione (campo gia' presente nel modello).

Invio telematico elenchi clienti/fornitori

•Invio telematico Elenchi Clienti/Fornitori
Con il D.L. 04/07/2006 n. 223 è divenuto obbligatorio l'invio telematico degli elenchi clienti/fornitori, pertanto si è resa disponibile la gestione degli elenchi in ottemperanza alle specifiche tecniche pubblicate per l'invio telematico.

•Report di controllo Elenchi Clienti/Fornitori
Per controllare gli importi calcolati dalla procedura di generazione elenchi sono state realizzate due liste di spunta (per clienti e fornitori), con il dettaglio dei singoli documenti e codici IVA che formano il totale per ogni cliente/fornitore.


IBAN e tracciati file bonifici/RID/MAV nazionali
A partire dal 1 gennaio 2008 è necessario indicare il codice IBAN anche per i pagamenti/incassi nazionali.
Per questo motivo viene ora data la possibilità di indicare il codice IBAN nei file bonifici, RID e MAV: tale informazione viene gestita in appositi tipi records attualmente facoltativi (16 e 17 per i bonifici, 16 per RID e MAV).
Per l'IBAN ordinante (azienda) viene ripreso il codice indicato in Anagrafica Banche azienda per il c/c specifico, in sua assenza viene calcolato automaticamente sulla base di codice ISO stato azienda, ABI, CAB (della banca azienda indicata in partita) e c/c (indicato in partita). Per l'IBAN beneficiario (fornitore) viene ripreso il codcie indicato in Anagrafica Fornitori se la banca e il c/c fornitore coincidono con quanto indicato in partita, altrimenti viene calcolato automaticamente sulla base di codice ISO stato fornitore, ABI, CAB (della banca fornitore indicata in partita) e c/c (indicato in partita).

Adeguamento report di mora
E' stato adeguato il report "Calcolo interessi di mora" per il primo e per il secondo semestre 2007, in concomitanza con la pubblicazione dei tassi ufficiali.





Mago.Net puntuale all'entrata in vigore della normativa sui RAEE (rifiuti elettronici)


28 gennaio 2008 by szarino



di Sonia Zarino


I rifiuti sono un tema di indubbia attualità, e anche quelli elettronici vanno trattati in modo adeguato per essere inseriti in un ciclo completo di trattamento che ne traguardi il riciclo rispettando la salvaguardia dell'ambiente.

Con il 1° gennaio 2008, il Sistema di raccolta RAEE è partito ufficialmente anche in Italia.
I RAEE, ossia i rifiuti provenienti dalla dismissione di beni elettrici ed elettronici (come elettrodomestici, prodotti informatici, computer, televisori e cellulari) rappresentano il flusso con il tasso di crescita annuale più elevato in Europa (3-5%), di quasi tre volte superiore agli altri flussi di rifiuti. Nell'Unione Europea si parla di una produzione procapite annua di RAEE compresa tra i 14 e i 20 Kg.


La Direttiva RAEE si propone diversi obiettivi:
  • promuovere la prevenzione della produzione di rifiuti elettronici, il loro reimpiego, il riciclaggio e altre forme di recupero in modo da ridurre la quantità da smaltire;
  • migliorare, dal punto di vista ambientale, le prestazioni di tutti gli operatori che intervengono nel ciclo di vita delle apparecchiature elettriche ed elettroniche (produttori, distributori e consumatori);
  • garantire la sostituzione delle sostanze pericolose presenti nelle apparecchiature elettriche ed elettroniche.

Target di raccolta, da raggiungere entro il 31 dicembre 2008, è di 4 Kg di RAEE domestici procapite.
La normativa prevede l'obbligo di raccolta differenziata delle apparecchiature elettriche ed elettroniche a fine vita, impone:
  • ai produttori la costituzione e il finanziamento di sistemi di raccolta e di gestione del fine vita di tali rifiuti, oltre a sostituire alcune sostanze pericolose, come mercurio e piombo, dai prodotti tecnologici di nuova produzione;
  • ai distributori il ritiro gratuito delle apparecchiature a fine vita al momento dell'acquisizione di un nuovo prodotto dello stesso tipo.
In Italia il 10% dei rifiuti Raee proviene dal settore informatico, recuperare e riciclare una postazione standard di lavoro (monitor, tastiera ecc.) costa 12 Euro. Produrre un computer comporta consumare sostanze pari a tre volte il suo peso. Per ridurre i costi, produttori e distributori, si stanno riunendo in consorzi come, ad esempio, Ecoqual'IT e Certo, i quali hanno iniziato un progetto pilota chiamato Ecor'It.

Mago.net gestisce i RAEE tramite un apposito modulo
Microarea, sempre attenta alle nuove normative, ha prontamente messo a disposizione delle aziende un modulo aggiuntivo di Mago.net per gestire la nuova esigenza di corretto smaltimento dei rifiuti elettrici ed elettronici. Il modulo RAEE per Mago.net gestisce il contributo opzionale richiesto al consumatore per l'attività di raccolta e trattamento dei rifiuti elettrici ed elettronici. In pratica, il produttore di tali apparecchiature è in grado di addebitare nelle fatture di vendita di nuovi prodotti una quota dei costi sostenuti per la raccolta e lo smaltimento dei RAEE.

Il funzionamento a regime della normativa è tuttavia rimandato in alcuni aspetti non secondari. Con il decreto legge 31 dicembre 2007 n. 248 (recante "Proroga di termini previsti da disposizioni legislative e disposizioni urgenti in materia finanziaria") sono stati definiti i termini di proroga per due punti centrali del D.Lgs. 151/05: distributori e finanziamento new waste.

In pratica:
  • l'obbligo di ritiro 1 contro 1 da parte dei distributori  viene prorogato al trentesimo giorno successivo alla data di entrata in vigore del  Decreto Ministeriale, la cui pubblicazione è prevista entro il 28 febbraio 2008, che definirà specifiche modalità semplificate per la raccolta e il trasporto dei RAEE da parte della distribuzione;
  • slitta al 31 dicembre 2008 il termine entro il quale i produttori di AEE dovranno istituire il fondo di garanzia per i prodotti nuovi, destinati al mercato domestico, immessi sul mercato; quindi i rifiuti nuovi fino a quella data saranno trattato come RAEE storico: gestito nella fase del fine vita da parte dei sistemi collettivi ma senza l'accantonamento da parte delle Aziende produttrici  della copertura finanziaria anticipata.

 





Assintel Report 2007: ERP superstar nella propensione all'investimento delle PMI italiane


28 gennaio 2008 by szarino



 di Sonia Zarino

Realizzato da Nextvalue, il consueto rapporto annuale ha misurato la propensione all'investimento in software e servizi di 500 imprese end user.

Ancora in crescita nel 2007 la spesa IT complessiva: +2,1% . Bene anche la spesa per il software, + 3,4% che equivale a 4 miliardi di euro. I servizi registrano +1,5% e pesano 9,9 miliardi di euro. Si conferma quindi un trend positivo, anche se in tono minore rispetto agli altri paesi europei.

Molto interessanti sono le linee di tendenza emerse dall'analisi delle risposte date dalle 500 aziende intervistate nel corso dell'indagine. Di taglia media, anche se non micro (sono state escluse le aziende con meno di 10 dipendenti e meno di 2 milioni di euro di fatturato), sono state scelte in modo da rappresentare l'insieme dei clienti business distribuiti in diversi settori produttivi.

Prendendo in considerazione la propensione all'investimento su software applicativo per il 2008, ERP e sistemi gestionali figurano al primo posto, seguiti dalla gestione documentale, dalle applicazioni verticali, dall'Enterprise Content Management, dall'E-Mail systems e Human resource systems, confermando quanto già si era verificato nel 2006.

Per qual che riguarda gli ERP, in particolare, si segnala un forte interesse verso questi sistemi soprattutto da parte delle piccole imprese, ora che si sono rese disponibili soluzioni accessibili in termini di costi ma notevoli in quanto a prestazioni rese. Molto importante per questo processo è l'aumento di consapevolezza nelle aziende  sull'importanza di dotarsi di strumenti IT in grado di potenziarne competitività ed efficienza nei confronti del mercato: il legame tra software applicativo e business è ovunque messo in grande evidenza.
Le applicazioni verticali indicano, dal canto loro, l'affermarsi di una domanda di applicazioni in grado di rispondere pienamente a specifiche esigenze di produzione e di vendita delle aziende utilizzatrici.

Anche la gestione delle informazioni, intese come asset aziendale, sta assumendo un ruolo sempre più importante, come dimostra l'evidenza data nelle intensioni di acquisto ai prodotti di gestione documentale. Questa attenzione non è dovuta solo alle nuove normative in materia do documenti elettronici, ma anche all'aver compreso come tali strumenti migliorino l'efficienza dei processi aziendali, specie se integrati nei sistemi ERP. La business intelligence, in tutti i suoi aspetti, guadagna priorità di spesa tra le aziende del campione, segnalandosi come una delle aree applicative più dinamiche in termini di evoluzione delle soluzioni.

Tra le motivazioni di acquisto più frequenti portate dagli intervistati, figurano la riduzione della complessità di amministrazione dei sistemi, per ottenere l'agilità del business in tempo reale. Un altro campo di investimento primario è il comparto della sicurezza, che va considerata in tutti i suoi aspetti, all'interno e all'esterno dell'azienda.




Dea System e Mago.Net, dalla gestione amministrativa alla produzione di automatismi per cancelli


28 gennaio 2008 by szarino


 

di Sonia Zarino

Dopo una prima fase caratterizzata da un utilizzo di Mago.net per la gestione amministrativa, l'azienda ha esteso gradualmente l'utilizzo dell'ERP anche ai settori produttivi, con ottimi risultati in termini di competitività e di capacità di reazione agli stimoli del mercato.

 

Dea System dal 1993 progetta, produce e distribuisce in tutto il mondo automatismi per cancelli, porte basculanti, barriere e relativi accessori (telecomandi, dispositivi di sicurezza, chiavi elettroniche, ecc.).
I prodotti sono veicolati tramite una rete di filiali di proprietà (in Italia, Polonia, Francia, Spagna, Portogallo, Inghilterra) e di distributori locali in molti altri Paesi.
L'azienda occupa in tutto circa 80 addetti, suddivisi tra sedi centrali e distaccate. Ormai da diversi anni sta attraversando un trend di crescita a due cifre: nel 2007, nel primo semestre ha registrato una crescita del fatturato del 18%.
La scelta di adottare Mago, come vedremo, ha consentito alla Dea System di ottimizzare e di razionalizzare i processi produttivi e distributivi dei prodotti, accompagnandone la rapida espansione del business, e contribuendo così al suo successo sui mercati internazionali.

Le Esigenze

La Dea System ha adottato fin dalla sua nascita un gestionale, che all'epoca era in DOS, essenzialmente per la la tenuta della contabilità generale. Nel 1999, a seguito della innovazione tecnologica portata dall'ambiente Windows, l'azienda ha deciso di cambiare il proprio sistema, mettendosi alla ricerca di un nuovo gestionale più maneggevole e ricco di funzionalità.
"Abbiamo consultato diverse riviste del settore informatico", racconta Antonio Prendin, responsabile amministrativo di Dea System, "e leggendo l'ottima recensione riservata a Mago, abbiamo richiesto un contatto per conoscere un rivenditore di zona. La demo di prodotto e il relativo colloquio sono poi scaturiti nell'adozione della nuova soluzione, una scelta che confermiamo essere stata quella giusta".

La Soluzione

In questa prima fase l'esigenza era ancora quella di gestire il settore amministrativo. Sono stati perciò adottati i moduli Contabilità, Vendite, Magazzino, Ordini e Ammortamenti. Già dopo qualche anno il rapido sviluppo del business ha consigliato una diversa e più efficiente gestione della produzione. "All'inizio, tutta la gestione della produzione avveniva tramite schede cartacee" ricorda Prendin, "ma l'evoluzione del business si è rivelata talmente rapida che si è reso necessario un cambiamento sostanziale anche in questo settore."

Nel 2001 sono stati così integrati i primi moduli di produzione (Distinta Base, Conto Lavoro, Controllo Produzione e Pianificazione della Produzione). Il modulo Acquisti ha poi ulteriormente potenziato la gestione della parte Amministrativa. Il responsabile della produzione, Matteo Fontana, commenta così l'introduzione delle nuove procedure: "I ritmi sempre più elevati dal momento dell'ordine a quello della consegna ci hanno imposto di migliorare il nostro ciclo attivo e produttivo. Abbiamo iniziato con il codificare le migliaia di pezzi che servono  a comporre le nostre distinte base, eliminando del tutto lo schedario cartaceo. Già solo con l'introduzione di questa classificazione, abbiamo potuto constatare un notevole aumento della produttività e un minore spreco di tempo nella gestione di un catalogo sempre più ricco di articoli, composti a loro volta da migliaia di pezzi in diverse combinazioni.

La gamma di prodotti stava infatti aumentando in modo esponenziale, e poter contare su una organizzazione più efficiente del magazzino è stato fondamentale per migliorare la nostra competitività nel rispettare i tempi di consegna. Questa è una variabile fondamentale, perché può capitare di perdere degli ordini se non si è in grado di soddisfare con tempestività le richieste degli installatori."


La soluzione si è in seguito arricchita nel 2004 con il modulo Security per gestire la sicurezza dei dati; nel 2006 è stata la volta del modulo Mail Connector, per la stampa dei documenti gestionali in .pdf e l'invio automatico tramite posta elettronica; nel 2007 infine la gestione della produzione è stata potenziata con l'introduzione dei moduli Produzione Base e Avanzata. In questa occasione la Giga, il partner Microarea specializzato nel settore del manufacturing che segue la Dea System, ha anche sviluppato un interessante applicativo, denominato Sicurfil, che permette l'impostazione di ulteriori filtri, area per area o agente per agente, sull'insieme delle anagrafiche e dei documenti contenuti in Mago. Questo fa sì che, ad esempio, ogni filiale veda solo i clienti e relativi documenti di vendita di propria competenza territoriale, snellendo e semplificando la gestione delle anagrafiche, oltre che tutelare la riservatezza dei dati inerenti diversi mercati locali.

I Vantaggi

Grazie alla modularità di Mago la Dea System ha potuto espandere gradualmente la configurazione, e rispondere così alle nuove esigenze gestionali che si venivano a manifestare giorno per giorno. La versatilità della soluzione le ha altresì permesso di adattarsi alle esigenze della produzione, ed in particolare alla rapida crescita degli ordinativi e al contemporaneo contrarsi dei tempi di risposta richiesti.

A differenza di quanto avveniva nel passato, è ora possibile programmare con molta precisione le scorte di magazzino, evitando le eccedenze così come le carenze. "E' molto importante gestire il magazzino con oculatezza, non solo a livello centrale ma anche nelle filiali. Questa attività ha raggiunto un livello tale di complessità che solo grazie al gestionale è possibile tenere tutto sotto controllo" è la valutazione di Fontana. Grazie ai report sui dati di vendita degli anni precedenti è possibile effettuare ogni sorta di proiezioni e di conseguenza è più facile pianificare le produzioni, ottimizzando gli approvvigionamenti e riducendo gli immobilizzi.

In generale, Mago.net si è rivelato un gestionale completo e affidabile, flessibile e dalla ricca reportistica, ulteriormente personalizzabile. Particolarmente apprezzata la possibilità di esportare in Excel i dati dei report per effettuare elaborazioni successive. Per quel che riguarda la produzione, con Mago.net è possibile il controllo dei vari processi praticamente in tempo reale. Sono diminuite le giacenze e i tempi di produzione e di assemblaggio. Questi ultimi, in particolare, vengono inseriti nelle distinte base e consentono di fornire per ogni articolo dei tempi precisi per l'evasione degli ordini. Anche l'utilizzo del Conto Lavoro ha permesso di gestire meglio tutte le componenti che prevedono lavorazioni esterne, controllandone tutti i passaggi. Tutta la filiera produttiva e commerciale è stata ottimizzata grazie a Mago.

Il Futuro

"Stiamo valutando i nuovi moduli Ordini Aperti e Pianificazione Avanzata" ci confida Prendin, che aggiunge "le prime valutazioni sono molto positive, pensiamo che un ulteriore sviluppo della gestione della produzione possa realmente aiutarci a portare avanti lo sviluppo di un business che sta crescendo e ha bisogno di una adeguata infrastruttura IT che ne supporti l'espansione a livello mondiale."

Configurazione adottata: Mago.net Professional Edition pw by SQL Server
•         Server
•         Contabilità Generale
•         Contabilità Previsionale
•         Vendite
•         Magazzino
•         Agenti e Professionisti
•         Lotti e Matricole
•         CONAI
•         Intrastat
•         Ordini Clienti
•         Ordini Fornitori
•         Acquisti
•         Ammortamenti
•         Distinta Base
•         Produzione Avanzata
•         Produzione Base
•         Pianificazione
•         Mail Connector
•         Security
•         12 CAL*


*Client Access Licence

 







"Il gestionale per tutti"

Maggiori informazioni


"La base applicativa su cui sviluppare nuovi progetti"

Maggiori informazioni

"La piattaforma per creare applicazioni flessibili e robuste"

Maggiori informazioni
Ricerca
Calendario
<<  dicembre 2019  >>
lumamegivesado
2526272829301
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
303112345
Categorie
Archivio