Mago.net Security Light: gestire la sicurezza dei dati

Mago.net Security Light: gestire la sicurezza dei dati

Il modulo Security Light del software gestionale ERP Mago.net rende immediato inibire l'accesso a funzioni del prodotto per gli utenti desiderati.


Con il modulo Security Light è possibile diversificare all’interno dell’azienda il tipo di utilizzo di Mago .Net da parte dei suoi possibili utenti, impostando per alcuni di essi  dei divieti di accesso a determinate form di data-entry, procedure o report dell’applicazione.  

In presenza di divieti di accesso inseriti tramite Security Light, il menù di Mago.net è composto esclusivamente dai comandi che l’utente è autorizzato ad usare.  

Si può tranquillamente affermare che i divieti di accesso inseriti mediante Security Light inibiscono l’uso di una data funzionalità in modo sicuro, cioè non soltanto facendo scomparire le relative voci dal menù, ma innescando un vero e proprio meccanismo di controllo dei permessi, praticamente impossibile da aggirare e che viene sempre adottato indipendentemente dal tipo di client utilizzato (Mago .Net, EasyLook o Magic Documents).  

Grazie alla semplicità ed intuitività dell' interfaccia grafica messa appositamente a disposizione per l'impostazione dei divieti di accesso, la definizione dei profili dei vari utenti risulta particolarmente facile e rapida da un punto di vista operativo.

Security Light: principali caratteristiche

Praticità

Se per un certo utente, a seconda delle mansioni che questi ricopre in azienda, vengono personalizzati gli accessi tramite Security Light, negando esplicitamente la possibilità di accedere ad alcune funzionalità applicative, egli non vedrà nemmeno più comparire a menù i comandi corrispondenti, avendo così a propria disposizione una struttura di menù più concisa, che contiene solo l’essenziale ovvero ciò che  effettivamente rientra nei suoi compiti e che, di conseguenza, è abilitato ad usare.

Vietando l'utilizzo di una certa voce di menù per un dato utente, non viene inibito solo l'accesso a tale voce, bensì l'uso generalizzato del comando associato ad essa e, quindi, vengono fatte scomparire da menù tutte le possibili voci corrispondenti e il comando viene disabilitato più a basso livello, di modo che risulti del tutto inutilizzabile all'interno dell'applicazione.

Semplicità

All’interno dell’Administration Console, l’interfaccia grafica di Security Light, che consente di configurare questi divieti di accesso, è molto semplice da utilizzare e permette di tenere facilmente sotto controllo la situazione di ciascun utente.

Viene visualizzata l'intera struttura del menù di applicazione, così come si è normalmente abituati ad avere in fase di esecuzione, però completa di tutte le sue voci (anche quelle disabilitate). Selezionato un certo utente ed un'azienda, qualora sia stato impostato un divieto di accesso per un dato comando viene riportato un pallino rosso a fianco delle voci di menù corrispondenti. Invece, se l'utente può liberamente accedere al comando il pallino è verde. Se accanto ad un ramo di menù compare un pallino giallo, significa che esso contiene voci riferite a comandi autorizzati , ma che presenta anche alcuni divieti di accesso.

Per ciascun elemento del menù di applicazione, ramo o voce di comando, è possibile rappresentare graficamente una vista d'insieme dei divieti di accesso impostati mediante Security Light. Per ogni utente viene presa in esame ogni azienda associata e, in base ai divieti che sono stati inseriti, a fianco dell'elemento di menù viene visualizzato un pallino di diverso colore.

Possibilità di evolvere

Se in seguito si presenta l’esigenza di un sistema di protezione più sofisticato, in grado di porre sotto sicurezza altri oggetti applicativi, più complessi o di un livello di dettaglio maggiore , applicando criteri di salvaguardia dei dati più avanzati, si può decidere di passare al modulo di Security, senza per questo perdere i divieti già impostati con questo strumento.  Infatti, non appena l’azienda viene protetta con il modulo Security, viene automaticamente eseguita un’apposita procedura di migrazione che traduce gli eventuali divieti preesistenti in corrispondenti impostazioni valide per il nuovo modulo.

Alcune funzionalità sono disponibili solo in determinate Edizioni.

"Il gestionale per tutti"

Maggiori informazioni


"La base applicativa su cui sviluppare nuovi progetti"

Maggiori informazioni

"La piattaforma per creare applicazioni flessibili e robuste"

Maggiori informazioni
Brochure in pdf